Login
Main menu
BANDO DI CONCORSO "BRESCIA CONCRETA"

BANDO DI CONCORSO "BRESCIA CONCRETA"

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Brescia e Regione Lombardia – DG Commercio, Turismo e Terziario condividono l'intento di supportare, in vista di EXPO 2015, le imprese bresciane dei settori dell’accoglienza turistica, dei pubblici esercizi (ristoranti e bar) e del commercio.
A tale scopo, stanziano rispettivamente un fondo di EURO 400.000, ed un fondo di EURO 267.000, per un totale di € 667.000, destinato alla concessione di contributi a fondo perduto alle predette imprese che, in vista di EXPO 2015 intendano realizzare/adeguare le strutture turistiche, ricettive e commerciali e/o realizzare progetti di miglioramento strutturale e potenziamento dell’offerta, tramite investimenti strutturali, in beni materiali e in nuove tecnologie, in un’ottica di marketing territoriale e di innalzamento dell’attrattività del territorio lombardo.

Download del Regolamento "Brescia Concreta" (pdf)

2. PERIODO DI VALIDITA' E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
I termini di presentazione delle istanze di contributo decorrono da mercoledì 14 gennaio 2015 a martedì 3 febbraio 2015.
Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente con invio TELEMATICO, dalle ore 9.00 alle 18.00 di ciascun giorno, e fino ad esaurimento delle risorse.
Le istanze in eccedenza rispetto al fondo stanziato continueranno a pervenire, e ad essere protocollate, fino alle ore 18 del medesimo giorno, termine entro il quale il bando comunque chiuderà. Nei giorni successivi alla chiusura del bando, con provvedimento dirigenziale, sarà definito un elenco di:
1. domande presentate on line, protocollate, ammesse e finanziabili;
2. domande presentate on line, protocollate, ammesse ma non finanziabili per mancanza di risorse;
con la riserva, in caso di recupero di risorse - al termine dell'istruttoria delle istanze presentate on line – di finanziare in stretto ordine cronologico, anche le pratiche presentate di cui al punto 2.
Le istanze saranno esaminate ed accolte - secondo il criterio della priorità cronologica di presentazione telematica - sulla base della conformità delle stesse alle seguenti disposizioni concorsuali:
a) rispetto dei termini per l’inoltro della domanda;
b) completezza dei contenuti, regolarità formale e sostanziale della documentazione prodotta e sua conformità rispetto a quanto richiesto dal bando;
c) sussistenza dei requisiti oggettivi e soggettivi previsti dal bando, incluso il rispetto delle norme sugli aiuti di Stato.
3. BENEFICIARI
Possono beneficiare dei contributi:
a) le micro, piccole e medie imprese (come definite ai sensi della Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6.5.2003 s.m.i.) operanti nel settore del turismo;
b) le micro e piccole imprese (come definite ai sensi della Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6.5.2003 s.m.i.) operanti nel settore del commercio al dettaglio e della ristorazione, esercitanti tali attività presso la sede legale, e/o presso la sede operativa/unità locale, con ubicazione
nella provincia di Brescia.
1409 fascicolo 10.4 – 3.2014
I contributi, a pena di esclusione, saranno erogati a favore delle micro PMI che:
 abbiano sede legale e/o unità operativa nella provincia di Brescia e siano iscritte al Registro delle Imprese, attive ed in regola con il Rea (Repertorio economico amministrativo) dell’ente camerale bresciano;
 siano in regola con i contributi dovuti agli Enti previdenziali;
 siano in regola, e nell’esatta misura, con il pagamento del diritto annuale camerale, con le modalità e secondo le disposizioni normative vigenti. In caso di riscontro, in data posteriore alla presentazione on line della domanda di contributo, e in fase istruttoria:
◦ dell'inadempimento totale del versamento del diritto annuale, l'impresa sarà esclusa dal contributo;
◦ dell'inadempimento parziale del versamento del diritto annuale, sarà ammessa la regolarizzazione, a condizione che l'inadempimento non superi il limite del 20% dell’importo del diritto annuale accertato e dovuto dall'impresa parzialmente inadempiente, e comunque entro il limite massimo nominale di EURO 150. La mancata regolarizzazione dell'importo insufficiente, nei limiti sopra descritti, sarà motivo di esclusione dal contributo;
 esercitino un'attività imprenditoriale classificata con uno dei codici ATECO 2007 – lettere G ed I;
 non abbiano ricevuto e successivamente non rimborsato, o depositato in un conto bloccato, aiuti pubblici concessi in violazione dell'obbligo di notifica ai sensi del Trattato CE o incompatibili con lo stesso;
 non siano soggette ad amministrazione controllata, a concordato preventivo o a fallimento;
 rispettino il Regolamento (UE) n. 1407 della Commissione del 18.12.2013 (Regime De Minimis), vigente fino al 3.12.2020, e rientrino nei criteri comunitari di definizione di micro e PMI, in vigore al momento della concessione;
 non detengano a qualsiasi titolo apparecchi per il gioco d’azzardo lecito; nel caso li detenessero devono rimuoverli alla scadenza del contratto di installazione stipulato con il concessionario. Le imprese sono tenute a non procedere con nuove installazioni dalla data di presentazione della domanda di  finanziamento e per i successivi tre anni dall’erogazione del contributo (L.R. 8/2013 sulla prevenzione e il contrasto dai fenomeni del gioco d'azzardo patologico);
 rispettino i criteri sopraelencati sia al momento della presentazione della domanda, sia nel periodo di validità del bando (17.4.2014 - 3.2.2015).
4. INVESTIMENTI FINANZIABILI
I contributi sono concessi per finanziare gli investimenti, realizzati e pagati nel periodo 17.4.2014 – 31.12.2014, e finalizzati:
1. alla realizzazione ex novo o alla riqualificazione di strutture turistico–ricettive, esistenti ed in esercizio, mediante opere edilizie;
2. al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energia rinnovabile non esauribile, ovvero:
2.1 Attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili: Impianti fotovoltaici di generazione di energia, con superfici non inferiori a 16 mq. o, alternativamente, con produzione nominale di energia non inferiore a 2 kW; impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o integrazione con l’impianto di riscaldamento e/o integrazione al fabbisogno termico dei processi produttivi, impianti solari termici, impianti di raffreddamento/  condizionamento basati sull’energia solare (Solar cooling), impianti geotermici a bassa entalpia;
2.2 Attrezzature per interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e gestione energetica: interventi per l’efficienza energetica degli impianti  (acquisto di impianti, beni e strumenti che consentano la riduzione puntuale dei consumi e il conseguimento di più alti rendimenti energetici per la -climatizzazione degli ambienti, come ad es. pompe di calore ad assorbimento a gas; caldaie centralizzate o a condensazione; impianti di cogenerazione e  trigenerazione ad alto rendimento, cappe di aspirazione dei fumi ad uso professionale e a basso consumo energetico, raffrescatori/raffreddatori evaporativi portatili o fissi che non richiedono l’utilizzo di fluidi refrigeranti; sistemi di monitoraggio dell’efficienza energetica quali telecontrollo, sistemi di contabilizzazione
energetica, ecc.); interventi per l’efficienza energetica dei sistemi per l’illuminazione (apparecchi ad alta efficienza, ecc.); sistemi di illuminazione esterna che non generano inquinamento luminoso ad esempio mediante l’utilizzo di lampade al sodio in alta pressione; impianti a sensore di presenza a spegnimento automatico;
3. alla progettazione lavori, fino a un valore massimo del 10% dell’investimento complessivo ammissibile;
4. all'acquisto di macchinari, impianti, attrezzature varie ed arredi, nuovi di fabbrica;
5. all'acquisto di dotazioni di strumentazione informatica e programmi informatici, purché in coerenza con le esigenze produttive e gestionali dell’impresa, e realizzazione di siti internet.
Il contributo concesso a fondo perduto copre il 35% delle spese effettivamente sostenute e ammissibili - al netto di I.V.A. - fino ad un massimo di 10.500 euro. Possono essere presentati progetti di importo compreso tra EURO 10.000 ed EURO 30.000.
Gli investimenti finanziabili, elencati nelle Misure sopra descritte, devono essere realizzati e pagati in misura completa (nel periodo 17.4.2014 – 31.12.2014), presso la sede legale, e/o operativa della provincia di Brescia, dove si esercita l'attività di turismo, di commercio al dettaglio in sede fissa e di ristorazione.
E` ammesso esclusivamente l’acquisto di beni nuovi di fabbrica, che dovranno essere funzionanti presso la sede operativa individuata dal richiedente, ubicata in provincia di Brescia, dove si svolge l'attività di turismo, di commercio al dettaglio in sede fissa, di ristorazione.
Il bando non finanzia riparazioni. Non sono ammessi investimenti in leasing.
Non sono ammesse a contributo spese di gestione, di consulenze (con la sola eccezione delle spese indicate al p. n. 3), spese di installazione, manutenzione, noleggio, materiali non durevoli e di consumo.
E` ammessa da parte della medesima impresa la presentazione di una sola richiesta di contributo, articolata nelle varie misure previste dal bando.
5. ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
I contributi a fondo perduto sono determinati nel limite del 35% delle spese ammissibili (p. 4 del presente bando) relative agli investimenti finanziabili - al netto di I.V.A..
L’ investimento minimo ammissibile è di EURO 10.000; l’ investimento massimo ammissibile è di EURO 30.000.
I contributi non sono cumulabili con altre forme di beneficio (contributi, sovvenzioni, sgravi fiscali) dello Stato o di altri enti pubblici per la medesima iniziativa, ad esclusione delle iniziative contemplate nel Bando Lombardia CON.CRE.TA (D.d.g. 14 marzo 2014 - n. 2185 – B.U.R.L. Serie Ordinaria n. 12 - 18 marzo
2014), finalizzate all’accesso al fondo per l’abbattimento interessi per investimenti nella filiera della ricettività in vista di Expo 2015.
Le istanze saranno esaminate ed accolte sulla base della conformità delle stesse alle norme del presente bando, secondo il criterio della priorità cronologica di presentazione on line.
6. PREMIALITA' AGGIUNTIVE AL CONTRIBUTO
Il fondo di € 400.000 stanziato dalla Camera di Commercio è ripartito come di seguito indicato:
• € 267.000, da destinare alle imprese bresciane ammesse (analogamente alla quota destinata dalla Regione Lombardia in misura paritetica, ovvero € 267.000);
• € 4.000 (sul fondo eccedente gli € 267.000, ovvero € 133.000) da destinare alla premialità relativa al rating di legalità;
• € 129.000 (pari alla differenza tra € 133.000 ed il fondo riservato al rating di legalità di € 4.000) da destinare alla premialità relativa al CLUB del Prodotto.
- 6a. RATING DI LEGALITA'
Nel rispetto dell'art. 4 del D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 123, attuato con il Decreto del Ministero delle Finanze n. 57 del 20.2.2014, in vigore in data 8.4.2014, viene determinata nella misura di € 4.000 la riserva di risorse destinata alle imprese richiedenti, in possesso del rating di legalità. Nell'ambito di tale riserva sono riconosciute le seguenti premialità:
a) possesso di 1 stella di rating – premialità di € 150,
b) possesso di 2 stelle di rating – premialità di € 300,
c) possesso di 3 stelle di rating – premialità di € 500.
- 6b. CLUB DI PRODOTTO
E' prevista la premialità di € 200 (importo fisso) - da calcolare sul fondo di € 129.000 - a favore delle imprese richiedenti che attestano l'adesione ai CLUB di PRODOTTO proposti dalla società Explora (costituita da Unioncamere Lombardia, Expo 2015, Regione Lombardia e Camera di Milano) per la promozione e la commercializzazione dell'offerta turistica di Milano e della Lombardia nell'ottica di EXPO 2015.
Le due premialità sono cumulabili e sono erogabili nel limite delle risorse camerali disponibili.
7. RICHIESTA DEL CONTRIBUTO
Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente con invio TELEMATICO (completamente gratuito). Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione/presentazione delle domande di contributo.
E' necessario indicare un indirizzo PEC presso il quale l'impresa elegge domicilio ai fini della procedura relativa allla domanda di contributo.
La Camera di Commercio di Brescia è esonerata da qualsiasi responsabilità derivante dal mancato ricevimento della domanda per disguidi di natura tecnica.
Per l’invio telematico è necessario:
 essere registrati ai servizi di consultazione e invio pratiche di telemaco secondo le procedure disponibili all'indirizzo: www.registroimprese.it;
 immediatamente si riceverà e-mail con credenziali per l'accesso;
 collegarsi al sito www.registroimprese.it;
 compilare il Modello base della domanda seguendo il percorso: Sportello Pratiche, Servizi e-gov,
Contributi alle imprese, Crea modello, Avvia compilazione.
 Procedere con la funzione Nuova che permette di creare la pratica telematica;
 procedere con la funzione Allega che consente di allegare alla pratica telematica tutti i documenti obbligatori (firmati digitalmente, mediante la Carta Nazionale dei Servizi del Titolare/Legale rappresentante/Procuratore specifico) previsti da ciascun bando di concorso;
 inviare la pratica, allegando alla stessa la seguente documentazione mediante scanner (per la documentazione di cui ai seguenti punti a), e f), utilizzare i moduli predisposti dalla Camera di Commercio e scaricabili dal sito camerale www.bs.camcom.it, link: Patrocini e contributi/Bandi camerali/Settori: Commercio, Turismo) .
Inoltre, si deve allegare:
a) modulo principale-dichiarazione (indicato nel sito camerale “modulo principale” - con codifica D01), da unire alla domanda telematica, attestante i dati e lo stato dell'azienda di seguito indicati:
 non ricevimento di aiuti pubblici concessi in violazione dell'obbligo di notifica ai sensi del Trattato CE o incompatibili con lo stesso, oppure, in caso di ricevimento degli stessi, di mancato rimborso o deposito in un conto bloccato;
 la regolarità ed esattezza dei contributi obbligatori dovuti agli Enti previdenziali ed assistenziali e del diritto annuale camerale;
 il rispetto degli obblighi in materia di salute e sicurezza sul posto di lavoro di cui al decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. (obbligo della valutazione dei rischi, comprovata dal documento di valutazione dei rischi DVR o da documento equipollente per legge);
 la corrispondenza alle disposizioni della normativa “De Minimis” vigente in materia di Aiuti di Stato - regolamento UE n. 1407 della Commissione del 18.12.2013;
 l'impegno, se l'impresa detiene a qualsiasi titolo apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, a rimuoverli alla scadenza del contratto di installazione stipulato con il concessionario, e l'impegno a non procedere con nuove installazione dalla data di presentazione della domanda di finanziamento e per i successivi tre anni dall’erogazione del contributo (L.R. 8/2013 sulla prevenzione e il contrasto dai fenomeni del gioco d'azzardo patologico);

 l'assolvimento del pagamento dell'imposta di bollo dovuta, nella misura dell'importo vigente;
b) fattura/e d’acquisto quietanzata/e, con evidenziato l'avvenuto pagamento (comprensivo della data e delle modalità del pagamento stesso, della firma leggibile e del timbro aziendale del fornitore), delle spese sostenute. Se il pagamento avviene tramite bonifico bancario, detto documento deve riportare gli estremi della fattura. In caso di pagamento effettuato dall'impresa mediante Telebanking, si deve allegare solo specifica dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in merito alle modalità e data del pagamento della fattura d'interesse, compilata e sottoscritta dal titolare/legale rappresentante dell'impresa richiedente il contributo. In caso di pagamento delle spese sostenute tramite finanziamento (finalizzato all'investimento previsto dal presente bando), stipulato con impresa finanziaria, si deve trasmettere il contratto relativo, sottoscritto dal titolare/legale rappresentante dell'impresa. Il pagamento delle fatture tramite assegni circolari, bancari, ri.ba, bonifico, ecc., deve rispettare le disposizioni normative in materia di antiriciclaggio vigenti.
c) dichiarazione del fornitore, attestante che il bene strumentale/attrezzatura/ecc., acquistato, e pagato entro il 31.12.2014, in relazione alla data di presentazione della istanza di contributi, è di nuova fabbricazione (in caso di acquisto);
d) dichiarazione d'uso del bene acquistato e pagato, comprensiva della descrizione tecnico-analitica, e della destinazione, dell'investimento strumentale stesso, nell'ambito dell'attività aziendale, redatta e sottoscritta dall'imprenditore richiedente il contributo;
e) descrizione tecnica - redatta, e sottoscritta in originale dal fornitore, attestante la specifica destinazione dell'investimento realizzato. In particolare, per gli impianti di cui alla l. 46/90 s.m.i, è obbligatorio allegare la dichiarazione di conformità dell'impianto (ai sensi dell'art. 7 del D.M. 22/1/2008), e tutta la documentazione prevista dalle leggi vigenti in materia di sicurezza;
f) dichiarazione agli effetti fiscali (allegato con codifica D05), compilata, correttamente, in ogni sua parte e debitamente firmata, ai fini dell’applicazione della ritenuta di acconto, prevista dall’art. 28, comma 2° - D.P.R. 29.9.1973, n. 600;
g) eventuale documentazione dimostrativa del possesso del rating di legalità (numero di iscrizione nell'elenco nazionale) e dell'adesione di Club del prodotto (fattura). Procura: E' possibile l'utilizzo, per la trasmissione on line della domanda di contributo, anche della firma digitale del soggetto intermediario (operatore professionale), delegato con specifico atto di procura, da allegare alla istanza telematica (scaricabile dal sito camerale www.bs.camcom.it , link: Patrocini e contributi/Bandi camerali/Settori: Commercio, Turismo), che deve essere compilato, sottoscritto con firma autografa dell'imprenditore delegante, acquisito tramite scansione e allegato, con firma digitale (Carta Nazionale dei Servizi), valida, del procuratore (delegato), alla modulistica elettronica, e a cui deve essere, altresì, allegata la copia informatica (scansionata) di un documento di identità, valido, del titolare/legale rappresentante dell'impresa che ha apposto la firma autografa. Non sono accettate le domande incomplete della documentazione obbligatoria sopra menzionata. L'Ufficio camerale competente si riserva la facoltà di richiedere all'impresa, o all'intermediario se appositamente delegato, nel corso dell’istruttoria relativa alle domande di contributo, integrazioni o chiarimenti in merito alla documentazione presentata o alle dichiarazioni attestate.
8. ASSEGNAZIONE ED EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
L'istruttoria delle domande di contributi e la verifica, formale e sostanziale, dell'osservanza dei criteri previsti dal presente bando da parte delle imprese richiedenti il contributo, viene effettuata dall'Ufficio Incentivi alle imprese della Camera di Commercio di Brescia.
Il termine di conclusione del procedimento amministrativo di liquidazione del contributo richiesto è fissato in 18 mesi, decorrenti dalla data di chiusura dei termini di presentazione on line delle domande di cui al p. 2 del presente Regolamento.
La concessione dei contributi sarà disposta con provvedimento del Dirigente dell'Area Promozione della Camera di Commercio di Brescia:
 nel rispetto delle vigenti norme comunitarie sugli aiuti di stato alle imprese (regime “de minimis” - Regolamento UE n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013) e nel rispetto delle disposizioni comunitarie di riferimento vigenti nell'ambito della definizione di PMI e microimpresa, prescritta nell'Allegato I del Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008,

 nel rispetto delle disposizioni contenute nel presente bando.
 nei limiti del fondo stanziato dalla Camera di Commercio di EURO 400.000,00, a cui si sommano EURO 267.000 stanziati dalla Regione Lombardia, secondo il criterio della priorità cronologica di presentazione on line,
 alle imprese che hanno presentato la domanda entro i termini del bando.
In caso di rilascio di falsa dichiarazione sostitutiva di atto notorio, l'impresa decadrà dall’istanza e sarà trasmessa comunicazione all’autorità giudiziaria ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 28.12.2000 n. 445.
Qualsiasi modifica dei dati indicati nella domanda presentata on line dovrà essere comunicata all'Ufficio Incentivi alle imprese della Camera di Commercio di Brescia. Qualora sia riscontrato, posteriormente alla data di presentazione on line della domanda di contributo e in fase istruttoria:
1. l'inadempimento totale del versamento del diritto annuale, l'impresa sarà esclusa dal contributo;
2. l'inadempimento parziale del versamento del diritto annuale, sarà ammessa la regolarizzazione, a condizione che l'inadempimento non superi il limite del 20% dell’importo del diritto annuale accertato e dovuto dall'impresa parzialmente inadempiente, e comunque entro il limite massimo nominale di € 150. La mancata regolarizzazione - su indicazione dell'Ufficio camerale competente - dell'importo insufficiente, nei limiti sopra descritti, sarà motivo di esclusione dal contributo. Qualora sia riscontrata, posteriormente alla data di presentazione on line della domanda di contributo, irregolarità nel pagamento dei contributi previdenziali (I.N.P.S.-I.N.A.I.L.- Cassa Edile), l'impresa sarà esclusa dal contributo se non provvederà a regolarizzare la posizione, mediante il pagamento – in
un'unica soluzione - dell'intero debito verso gli enti previdenziali, entro il termine assegnato dall'Ufficio camerale competente.
9. CONTROLLI
La Camera di Commercio effettuerà, anche a campione, verifiche, ispezioni, ed accertamenti, per controllare la realizzazione e la regolarità dell’intervento finanziato, il rispetto degli obblighi previsti dal presente bando, la veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni prodotte dal soggetto beneficiario del
contributo, la sussistenza e la regolarità dei documenti richiesti e presentati on line.

10. MASSIMALE ANNUO
Il massimale annuale dei contributi camerali richiesti e concedibili ad ogni impresa bresciana, previsti dai bandi di concorso attivati per il 2014, è pari ad € 18.000,00.
11. TRASPARENZA
In ottemperanza agli artt. 26 e 27 D. Lgs. 33/2013 sono pubblicati sul sito internet dell'Ente camerale, nella sezione Amministrazione trasparente, i dati relativi alla concessione delle sovvenzioni, contributi sussidi ed ausili finanziari alle imprese ....(omissis)".
12. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si informa che i dati forniti saranno trattati, con o senza l’ausilio di strumenti elettronici e informatici, per le esigenze del procedimento amministrativo correlato alla gestione del presente bando di concorso.
Ai fini di erogazione dei contributi, i dati devono essere forniti obbligatoriamente. Il mancato conferimento comporta la non ammissione al contributo.
I dati saranno resi disponibili a terzi nei limiti e con le modalità previste dalle norme vigenti in materia di trasparenza amministrativa e di diritto di accesso agli atti. Potranno essere esercitati i diritti specificamente previsti dall'art. 7 del D. Lgs. 196/2003.
Titolare del trattamento dei dati è Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Brescia.

Torna in alto

Contatti

  • Dove siamo
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Calendario