Login
Main menu

Cosa facciamo

Il programma

Il programma contempla eventi di promozione di tutto il sistema delle imprese locali in sinergia con l’ambiente urbano e vere e proprie azioni di supporto alle stesse:

 

Comunicazione relativa al Distretto del commercio

  • Il progetto al suo avvio deve essere calato nella realtà con le singole azioni e iniziative: è quindi necessaria un’azione mirata di comunicazione sul territorio, rivolta alla popolazione e alle imprese.
  • Inoltre verrà intrapresa un’azione di comunicazione anche nei riguardi delle zone limitrofe per veicolare le iniziative svolte all’interno del territorio del Distretto.  Ciò verrà effettuato attraverso delle comunicazioni sul Web , tramite comunicazione ai mass media.

 

Programmazione eventi dei Comuni 

  • All’interno delle varie realtà comunali è stato effettuato un programma di eventi e manifestazioni volti a vivacizzare il territorio e ad attrarre flussi di persone . 

 

Sito web del Distretto

  • 
Il sito web è un veicolo fondamentale dello stesso, che offre informazioni sulle caratteristiche del Distretto, territorio, ambiente, rete commerciale , turismo , terziario in genere,e racconta la vita del Distretto nel suo divenire.


 

Saldi

  • Realizzazione di un’iniziativa comune degli operatori commerciali ad effettiva fine stagione (fine agosto o metà febbraio) denominata “i vecchi saldi” o “i veri saldi”, con percentuali di sconto significative e su prodotti di qualità;
  • Coordinamento fra i diversi operatori dello svolgimento delle vendite di fine stagione” , con programmazione delle date e preparazione degli eventi;
  • Condivisione da parte di tutti gli operatori commerciali di un codice di autodisciplina sulle vendita straordinarie in generale e sulle definizioni utilizzate per promozionarli

 

Formazione

  • il sistema locale deve “crescere” in modo da presentarsi pronto a rispondere alle nuove esigenze e richieste che si sono generate: una modalità di rispondere all’evoluzione continua del mercato è relativa alla formazione delle imprese .

 

Leggi tutto...

Il progetto

Il progetto del distretto del commercio intende rivitalizzare e valorizzare il territorio in tutti i suoi aspetti.

In questa fase si è focalizzata l’attenzione sui luoghi centrali del commercio, nella speranza, di poter proseguire nel percorso di realizzazione del programma completo, nonostante i vincoli attuali delle risorse limitate.

Il Distretto DID Roncadelle, Castel Mella Torbole Casaglia e Flero pur essendo stato riconosciuto non ha ricevuto fondi per operare e ciò ha determinato una serie di difficoltà nell’operatività dello stesso a causa delle pesanti restrizioni finanziarie che toccano gli Enti . Tuttavia viene ribadita la volontà di “costruire” il Distretto, proprio al fine di delineare un progetto di territorio, attraverso una organizzazione delle risorse in esso contenute, rivisitate nell’ottica non solo comunale, ma di territorio più vasto e appunto di Distretto, con un disegno strategico di percorsi, zone, elementi identificativi dell’ambiente naturale e storico, peculiarità della rete commerciale e del terziario .

La logica che sta alla base dell’operatività del Distretto del Commercio va sempre nella direzione di valorizzare e rivitalizzare i luoghi centrali del commercio di ogni singolo Comune, nell’ottica di un programma di promozione comune, condiviso nei modi, nei tempi e nelle regole che vada a descrivere un cammino. Questo modello preso a guida di un percorso vuole, quindi, partire da una riappropriazione del proprio sistema a partire dalle funzioni in esso espletate per rinvigorirle (commercio e terziario). 

 

In effetti la rivitalizzazione di un territorio deve contemplare vari aspetti:

  • In primo luogo deve mirare a dare un nuovo ruolo e nuove competenze per dare un significato attuale al concetto di  centralità nella vita dei Comuni stessi (centralità guadagnata sul campo, centralità anche nelle realtà minori, maggiore qualità dell'ambiente, rottura dello schema ormai superato tra  funzioni nobili dei centri e attività funzionali.)
  • E' necessario garantire le funzioni di servizio basilare anche nelle altre zone dei territori comunali, quali le frazioni o le zone localizzate al margine.

La strategia del Distretto propone invece di assumere come centrale il progetto del futuro della città (del Comune), coinvolgendo in esso le espressioni economiche che possono costruirlo, alimentarlo, farlo diventare esperienza comunitaria.

Il metodo per realizzare questa strategia consta di una serie di fasi:

•approfondita conoscenza (dei fenomeni);

•buona progettualità 

•promozione della partecipazione

•ampia condivisione 

•competenza nella gestione

•monitoraggio dei risultati

•qualità nei controlli

 

Diverse sono quindi le  modalità di azione di questa strategia: 

agire su specifici aspetti (programmazione di eventi spazi esterni, strade, attività, persone, ecc.), che riversano su tutto il tessuto urbano  i propri benefici effetti , grazie all’interazione dei vari elementi che costituiscono il centro abitato e soprattutto all’azione sinergica della rete distributiva e dei servizi. In tal modo si realizza l’azione rigeneratrice del commercio nei vari ambiti del Comune.

Leggi tutto...

Contatti

  • Dove siamo
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Calendario